Transiberiana d’Italia

Transiberiana d’Italia

26 Giu 2019 - by

Nel 2014 il tronco da Sulmona a Castel di Sangro ha visto la riapertura come ferrovia storica. Successivamente la Fondazione FS Italiane ha avviato un lungo progetto di rilancio dei treni storici sulla linea, in collaborazione con l’associazione culturale Le Rotaie, che ne cura l’organizzazione.

Un tracciato spettacolare che attraversa centri abitati grandi e piccoli dove la storia ha lasciato numerose e pregevoli tracce insieme a tradizioni artigianali ancora oggi praticate.

Il nome deriva soprattutto dalle grandi altezze raggiunte del tracciato ferroviario. Partendo da Sulmona a 328 metri s.l.m. raggiunge la quota più alta dello stivale con i 1.268,82 metri s.l.m. della stazione di RivisondoliPescocostanzo per scendere poi, a Castel di Sangro a 793 metri s.l.m., risalire fino a San Pietro Avellana per poi scendere nuovamente ai 423 metri s.l.m. della stazione di Isernia.


Categorie: Articoli

Aree tematiche: ,
Tag: